the song

 
BAGGIO... BAGGIO

(L. Dalla / C. Ragazzoni)


Sei mai stato sulla cresta di un’onda
l’equilibrio in bilico
e la schiuma che ti circonda
ti senti così piccolo

          i pesci ti aspettan sul fondo
          gabbiani che ti guardan ridendo

Sei mai stato il piede del calciatore
che sta per tirare un rigore
e il mignolo destro di quel portiere
che è lì, è lì per parare

          meglio, sta molto meglio il pallone
          tanto, lo devi solo gonfiare

                    L’onda monta il mare senza sponda
                    cresce, aumenta, il cuore ti si gonfia
                    chiama, grida, nessuno è sulla riva
                    il cielo è nero e tu sei lì da solo
                    dentro di te o a un metro più avanti di te
                    c’è un qualcosa e non sappiamo cos’è, cos’è
                    è l’anima

Sei mai stato lo stomaco di un politico
quello più furbo, più vicino
o la lingua di seta di quel vecchio industriale
che quando parla fa male

          tanto chi se ne frega
          degli altri m’importa una sega

                    L’onda è morta nel cuore che si sgonfia
                    non cresce, non aumenta, si ferma, poi si secca
                    non chiama, non grida, nessuno è sulla riva
                    il cielo è vuoto, non c’è un gabbiano in volo
                    lì, lì dov’è non ha niente, niente dentro di sé
                    ma soprattutto sai cosa non c’è, non c’è
                    l’anima.

 

COPYRIGHT© 2000/2018 - www.robertobaggio.org