la poesia

 
IN LODE A BAGGIO

 

Ah suonatori di piffero,
di tamburello, di viola
state un po' zitti se vola
con penne o piume di zeffiro

nella stravagante spola
da un piede all'altro, nel vivido
organizzarsi del brivido
fra la tomaia e la suola

sezionando come un raggio
(sė, laser pių che persona)
l'area non pių di rigore

a distrarci dall'orrore
che senza colpa impersona
l'imponderabile Baggio

 

 

Giovanni Raboni

 

Roberto Baggio "Divin Codino" - www.robertobaggio.org